gototopgototop
Toscana: rafting e soft rafting a Lucca sul Serchio e sulla Lima Stampa

A distanza di anni sta diventando una realtà che attira sempre più persone. Prima i residenti poi i turisti sono diventati da curiosi a praticanti. Stiamo parlando del rafting in generale. Soft rafting sul Serchio in estate, rafting vero e proprio nelle altre stagioni sia sul Serchio nei veri tratti da Castelnuovo a Lucca, che la Lima da S. Marcello Pistoiese a Bagni di Lucca.

Facendo uno sforzo di memoria, dopo esperienze simpatiche, che richiamavano il rafting, tipo una discesa gara sulla Lima del 1995 su camere d'aria gonfiate, il rafting come lo vediamo oggi, con gommone, caschi, pagaie, salvagenti, equipaggio, guida ed altro ancora, a Lucca in via stabile con una manifestazione aperta a tutti arriva nel 1998 proprio grazie al MAI DIRE MAI.

Tutto questo si concretizza perchè in canoa prima vengono le persone poi le cose. Infatti ci sono tre persone che realizzano questa prima prova di rafting sulla Lima. Leonardo Di Sacco, oggi presidente della nostra associazione, Fabio Bertolotti, oggi presidente dell'associazione RaftingH2O, Mario Lucarotti, in quel periodo presidente del Mai Dire Mai.

Raccontare di questo ci rende molto orgogliosi perchè fa parte della storia della nostra associazione.

Leonardo amico di Fabio suo istruttore di canoa, intuì nel 1997 che il rafting visto come discese in gommone, strutturate con metodi e attrezzature sicure, guidate da personale specificatamente esperto e qualificato ed organizzato per il divertimento della famiglia, poteva avvicinare molte persone a frequentare il fiume ed avvicinarle alle nostre discipline sportive fluviali senza pericoli e sopratutto senza dover fare corsi od avere preparazioni particolari da parte di chi lo praticava.

Fabio era guida rafting esperta e qualificata ed aveva una mini attrezzatura per realizzare magari un evento di rafting.

Su proposta di Leonardo ai due viene in mente di portare questo tipo di discese sulla Lima. La proposta viene accolta con favore da Mario, presidente del Mai Dire Mai e l'occasione. Allora dopo una discesa che Leonardo e Giampiero Lucchesi, istruttore del Mai Dire Mai, fecero nel 1997 sul fiume Trebbia (vicino Piacenza) ebbero un incontro con Fabio per parlare di rafting.

A fine discesa in un bar tra un panino al salame e un bicchiere di vino i tre si incontrano e da lì iniziò la programmazione dell'evento per il 1998 delle discese di rafting sulla Lima del Mai Dire Mai con Fabio Bertolotti.

La prima edizione fu realizzata con un gommone usato (scritta valsesia capienza 6 persone) e parte nel 1998 periodo di Pasqua con 3 fine settimana di appuntamenti: imbarco al Ponte militare nei pressi di Fabbriche di Casabasciana, sbarco a Ponte a Diana all'altezza di un ponte sospeso pedonale fatto di cavo di acciaio e tavole (ancora esistente). I partecipanti portavano a spalla il gommone sopra questo ponte largo quanto basta per far passare una persona, ed il recupero veniva organizzato per le persone, con il furgoncino messo a disposizione da Mario Lucarotti e per il gommone con un camioncino cassone aperto messo a disposizione di un nostro associato Claudio Pieroni.

Le discese erano organizzate con un safety kayak che scendeva a fianco del gommone e le iscrizioni sotto un gazebo all'imbarco. Fu un successo di presenze e divertimento, e tra i partecipanti di quel periodo ci piace ricordare anche un giovane Sindaco di Lucca al suo primo mandato: Pietro Fazzi.

Da quella prima esperienza il Mai dire Mai ha ripetuto ogni anno i suoi appuntamenti divenuti Festa del Rafting, ed il RaftingH2O ha iniziato le sue discese a Lucca. Ora si possono praticare anche hydrospeed e torrentismo, e sicuramente sono combiati molti aspetti operativi e noi speriamo che li troviate migliorati, perchè è il nostro intento, ma sono ancora oggi Leonardo e Fabio, MAI DIRE MAI e RAFTINGH2O che vi danno appuntamento in Toscana, a Lucca, sulla Lima e sul Serchio per praticare il rafting e farvi vivere una esperienza divertente.

Share